R80gs - Owner Club - LADAKH 2008 - pagina 1

I nostri sponsor

r80gs - Sponsor - Offquattro

r80gs - Sponsor - Missana

r80gs - Sponsor - Solfer

r80gs - Sponsor - Coface

studio dentistico cardarelli

r80gs - Sponsor - Barbella

r80gs - Sponsor - Agv

r80gs - Sponsor - Famsa

r80gs - Sponsor - Adriatica

r80gs - Sponsor - Assigest

r80gs - Sponsor - Pneusmarket

r80gs - Sponsor - Domina

r80gs - Sponsor - Assemblaggi Service

r80gs - Sponsor - Ometto Trasporti

r80gs - Sponsor - Bellussi

r80gs - Sponsor - Tucano

r80gs - Sponsor - Forgialluminio

r80gs - Sponsor - Motor Sport

r80gs - Sponsor - Unifilter

r80gs - Sponsor - Motorrad

r80gs - Sponsor - Unibat

r80gs - Sponsor - Midland

r80gs - Sponsor - Civi

r80gs - Sponsor - M.R.Z.

r80gs - Sponsor - Zucchetti Software

r80gs - Sponsor - Meneghetti

r80gs - Sponsor - Its Gut

r80gs - Sponsor - Castrol

r80gs - Sponsor - Baap

r80gs - Sponsor - Pangea

r80gs - Sponsor - Gottardi

r80gs - Sponsor - Armando Vidale

r80gs - Sponsor - Qdex



Ceccato Motors

r80gs - Sponsor - Boschiero

r80gs - Sponsor - tcxboots

r80gs - Sponsor - mrboxer

r80gs - Sponsor - Topgas

r80gs - Sponsor - Sachs

r80gs - Sponsor - Sapori

r80gs - Sponsor - ACI

r80gs - Sponsor - Pinton

r80gs - Sponsor - BikerFactory

r80gs - Sponsor - Zandona

r80gs - Sponsor - revit

r80gs - Sponsor - Barbato

Ladakh 2008

[1] [2] [3] [4] [5] - [Riassunto delle tappe] - [Ringraziamenti]

Se partecipare all'Erzberg ha un connotato ludico/sportivo l'altro programma vuole essere una sperimentazione vera  e propria che apre una finestra nuova nei viaggi che ogni due tre anni facciamo insieme.
Nel nord dell'India c' una regione montagnosa ricca di stupendi scenari,storia e siti religiosi unici al mondo.Il lago Tso Moriri,Leh,la valle di Nubra,la valle di Zanskar valgono singolarmente un viaggio in questa regione .I monasteri posizionati in ambientazioni mozzafiato e che conservano capolavori unici al mondo per la loro intatta,salvaguardata ed originale bellezza,la possibilita' di approfondire  conoscenze sulla loro cultura,arte e societa',fare nuove amicizie, e fare tutto cio'viaggiando su degli splendidi sterrati con le nostre GS attraversando passi di oltre 5000 mt (C' il passo piu'  alto del mondo a 5.610 mt) un richiamo magnetico per tutti noi.
Vi chiederete dove sia la sperimentazione,visto che viaggiare in moto non una novita'.
La novita' per noi motociclisti 'solitari' quella che saremo seguiti da mogli,conviventi ed amiche anche single che stufe di rompere le scatole solamente a casa,lo faranno anche in viaggio.
Con dei fuoristrada presi a noleggio percorreranno lo stesso nostro itinerario che dopo il Ladakh ci vedra' andare a Srinagar,un paese che vive su un bellissimo lago, Amritsar(capitale religiosa dei Sikh) ed il suo bellissimo tempio d'oro per poi andare nel favoloso e sempre affascinante
Rajasthan.
Sono 26 anni che andiamo in moto in India e nonostante i logici cambiamenti troviamo sempre ambientazioni,persone e situazioni che accrescono sempre di piu' il fascino verso questo paese pieno di contraddizioni anche molto forti ma altrettanto pieno di magnetismo.
Il viaggio per motivi di ferie sara' fatto in agosto ed i chilometri dovrebbero essere circa 4/4500
Con il prossimo aggiornamento ci saranno tutti i dettagli del viaggio
NAMASTE'


r80gs - Ladakh - foto 1    r80gs - Ladakh - foto 2    r80gs - Ladakh - foto 2

r80gs - Ladakh - foto 3    r80gs - Ladakh - foto 4    r80gs - Ladakh - foto 5

Il tempo
passa in fretta e la data della partenza delle moto (fine maggio)si sta avvicinando con una velocita'imbarazzante.
Tutto pero' sta procedendo abbastanza bene:per quanto riguarda le nostre GS ,saranno consegnate imballate (gli imballi sono stati gentilmente offerti dalla concessionaria BMW Ceccato Motor)alla sede veronese dello spedizioniere  Kuhne & Nagel che dopo aver approntato un conteiner lo spedira' a New Delhi dove sara' preso in consegna dai responsabili locali.
Le nostre R 80 G/S sono in procinto di essere controllate per vedere se abbisognano di qualcosa.
Il nostro responsabile tecnico e meccanico guru del bicilindrico,Antonio alias meccanico tedesco  Von Mahle,questa volta ha coadiuvato anche da Stefano Vallin,valente fotografo,e Giorgio Gallo.

  

Questa coorte di meccanici in grado di montare e smontare un gs in men che non si dica e qualsiasi problema o necessita'emergano,in poco tempo vengono sistemati con amore e/o qualche bestemmia.
Le moto come al solito non necessitano di molti interventi.Si montano i serbatoi maggiorati,i portaborse,si controllano valvole e carburazione,gli ammortizzatori e le forcelle e si fanno montare dei pneumatici nuovi dal nostro ormai storico sponsor PNEUS MARKET dove ,ogni volta che entriamo ci guardano con terrore pensando a quali richieste dovranno far fronte.

Per quanto riguarda il resto,i biglietti aerei sono gia' stati acquistati,Cinzia si sta occupando dei visti ed il tragitto gia' stato tracciato.
Un viaggio in alta montagna sempre pieno di imprevisti che vanno da come reagisce  il nostro fisico passando da 0 a 5000 metri in poco tempo (la qual cosa  indipendente dall'allenamento o dalla preparazione:il mal di montagna ha preso anche fortissimi alpinisti europei che non sono riusciti ad andare oltre i 4/5000 metri per i malori che questa sindrome evidenzia causati dalla mancanza di adattabilita' del fisico)
a quella serie di problemini che tutti i viaggiatori in moto conoscono:cadute,incidenti guasti apparentemente irrisolvibili,indisposizioni che impediscono la guida ecc.ecc.
In 17 sara' difficile che vada tutto bene,ma siamo organizzati ed pronti a cercare di risolvere tutto quello che si frapporra' tra noi ed il successo di questa nuova splendida avventura.

Itineraio
02/08 Partenza da New Delhi ed arrivo a Chandigarh Km.250
03/08 Chandigarh-Manali Km.300
04/08 Manali-Jispa Km.147 da Manali (alt.1995)inizia la salita che ci portera' a superare la catena Himalaiana superando ben cinque passi di altitudine media intorno ai 5000 mt percorrendo  una 'strada'aperta alla fine degli anni 80 che definire spettacolare sicuramente limitativo.
L'arrivo a Jispa (alt.3290)in un campo tendato(fino a Leh non ci sono alberghi)previsto dopo circa 7/8 ore per fare meno di 150 km. fa intendere la tipologia della strada.
Dai 2000.mt circa di Manali in 80 km.si arriva al Rohtang La,il primo passo di soli 3.955 mt.poi si scende fino ai 2870 mt di Gondla per risalire al traguardo dei 3290 mt. del nostro punto di sosta.
05/08 Jispa-Sarchu Km.75(settantacinque)sono previste circa sei ore.Dai 3290 mt si parte per raggiungere il Baralacha La passo di 4880 mt.per poi discendere ai 4280 mt.di Sarchu dove ci aspetta il secondo campo tendato.
06/08 Sarchu-Tso Kar Km.165 Partenza verso il Nakila Pass alt.4920 a 42 km.dalla partenza ed il Lachungla La passo di 5065 mt.dopo 13 km. dalla partenza superando i famosissimi 'gata loops'dove la strada sembra arrampicarsi sulla montagna come una scala e dove se malauguratamente si esce di strada  una esperienza che difficilmente si puo' raccontare.
La discesa a Pang a 4555 mt.deve essere fatta prime delle 12 in quanto dopo la strada a senso unico ( larga come un autobus).A Debring la deviazione verso il Lago Tso -Moriri con sosta al lago  Tso Kar chiamato lago bianco a causa dei depositi di sale.
07/08 Tso Kar- Tso Moriri km.85 Non scrivo nulla perche' in questo tratto di viaggio tutto quello che si vedra'difficilmente potra' essere spiegato a parole.Ancora in campo tendato a 4520 mt.
08/08 Tso Moriri-LEH km.280 circa sette ore vale quanto scritto per il giorno prima con la sola aggiunta di un probabile bagno nelle acque termali di Chuma-Tang.
La sera dopo tanti giorni in tenda si dorme in un Hotel che viste le sue 10 stanze sara' occupato solo da noi.Serata con tramonto e Gin Tonic sul tetto e poi visto che uno dei migliori ristoranti di Leh cena continuata con festa di compleanno.
09/08 Visita ai monasteri della valle di Leh
10/08 Leh-Lago Pangong km 320 oppure giornata libera
11/08 Leh-Hunder km.125 Finalmente la valle di Nubra!!!!!! ci si arriva superando il passo piu' alto del Mondo:il Khardung La 5610 mt. e si arriva alla famosa valle dove sono passati eserciti e mercanti,missionari e esploratori e le carovane della Via della Seta.Per questa via passato Ippolito Desideri che andava cercando il regno di Guge (prossimo nostro obiettivo)e costeggiando ghiacciai che sfiorano la strada(e che sono tutt'ora zona militare in quanto teatro di guerra con il Pakistan)si arriva ad un deserto di dune che fa sembrare di essere nel Sahara solo che siamo ad oltre 3000 mt.Notte in campo tendato.
12/08 Hunder-Panamik-Alchi Km.200 Altri monasteri e panorami straordinari con l'aggiunta di un'altro bagno alle sorgenti termali di Panamik.Notte in campo tendato
13/08 Alchi-kargil km.168 5/6 ore. Visitiamo il piu vecchio e fotografato monastero del Ladakh:Lamayuru.Questi monasteri a differenza di quelli del vicino Tibet non sono stati distrutti e poi ricostruiti quindi si presentano integri nella loro originale bellezza e fascino.
14/08 Kargil-Srinagar km.204 Superando questo paese bersaglio degli ultimi colpi di cannone dell'esercito Pakistano si scende da questo altipiano di 4000.mt per arrivare al Lago Dal dove alloggeremo nelle House Boat
15/08 festa nazionale indiana-visita di Srinagar
16/08 Srinagar-Jammu km.290
17/08 Jammu-Amritsar km.238 Capitale religiosa dei Sikh e visita dell'incredibile Tempio D'Oro
18/08 Amritsar-Dharamsala Km.255 sede del governo Tibetano in esilio
19/08 Dharamsala-Delhi Km.200
20/08 Delhi-Agra Km.200 con visita al simbolo dell'India:il Taj Mahal ma oltre a questo il bellissimo Red Fort e la sera tutti al famoso ristorante da Pippuccio famoso per la carbonara.
21/08 Agra-Fathepur-Sikri-Delhi km.250 Visita alla incredibile citta' di Fathepur Sikri e ritorno a Delhi per preparare i bagagli .
 
r80gs - Ladakh - foto 3    r80gs - Ladakh - foto 4    r80gs - Ladakh - foto 5
Curiosita':la moto di Rene'
Renato,meraviglioso compagno di viaggio,ha un gs un po' ritoccato,ma a parte le modifiche,il fatto che colpisce di piu' e'che al ritorno dal Tibet lo ha appoggiato ad una staccionata all'esterno di casa sua e non lo ha piu' toccato.Colto da compassione il padre di Rene' ogni tanto gli ha spruzzato sopra un po' di gasolio  ed un paio di volte,sbagliandosi,un po' di verderame.
la moto si conservata perfettamente ed,a parte l'aspetto di una nave recuperata dagli abissi va che un piacere.Le vaschette dei carburatori hanno all'interno lo stesso colore delle capesant e dalla coppa motore,dal cambio e dal cardano sono usciti liquidi indefinibili simili ad una colata di calcestruzzo dentro ad un pozzo nero e nel box filtro aveva fatto dimora una simpatica famigliola di topini (in veneto moreiete)
La marmitta sembra fatta con lo scudo di un guerriero romano ritrovato dopo 2000 anni ed i rumori dell'ammortizzatore e della forcella la fanno sembrare un brigantino spagnolo durante una tempesta.
Certo Rene' non tipo da preoccuparsi per queste inezie,si accende una cicca ed in un paio d'ore risolve tutto e poi la moto va come un treno.......................
 
Altre novita'la settimana prossima



r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008

r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008    r80gs - ladakh 2008


 R80gs - Owner Club - Passione per l'avventura Realized by  Daniele Volpe