I nostri sponsor

studio dentistico cardarelli

r80gs - Sponsor - tcxboots

r80gs - Sponsor - Ometto Trasporti

r80gs - Sponsor - Meneghetti

r80gs - Sponsor - Forgialluminio

r80gs - Sponsor - ACI

r80gs - Sponsor - Baap

r80gs - Sponsor - mrboxer

r80gs - Sponsor - Zandona

r80gs - Sponsor - Barbato

r80gs - Sponsor - Assemblaggi Service

r80gs - Sponsor - Armando Vidale

r80gs - Sponsor - Pneusmarket

r80gs - Sponsor - Castrol

r80gs - Sponsor - Offquattro



r80gs - Sponsor - Pangea

r80gs - Sponsor - Assigest

r80gs - Sponsor - Unifilter

r80gs - Sponsor - Topgas

r80gs - Sponsor - Missana

r80gs - Sponsor - Motor Sport

La Moto

Anche se le BMW si sono sempre viste nelle competizioni di regolarita' (o enduro) è solo con l'avvento delle competizioni africane che diventano famose.Il francese Morellet piu'conosciuto come Fenuil porta in gara alla Paris-Dakar del 1979 una bicilindrica fatta in casa che mette in luce doti di velocita' superiori a quelle delle avversarie in quasi tutti i tipi di terreno.La dirigenza della BMW che era in procinto di commercializzare l'R 80 G/S comprende l'opportunita' pubblicitaria e forma una squadra che monopolizzera' per anni questa gara prima con Hubert Auriol detto l'africano e poi con Gaston Rahier. La pubblicita' che deriva dalle vittorie unita al fatto che nessuna delle industrie giapponesi od europee avesse in listino una moto simile garantisce alla r 80 g/s il primato in questa categoria aiutata anche dal flop della Honda 750 XLV.La moto non passa inosservata e viene adottata sia da tutti quei giramondo che ne amplificano il successo con i loro viaggi al limite del sogno che da quei viaggiatori che potevano disporre di un mezzo attrezzato per andare in due con l'impressione di avere una moto da Dakar. Il primo a comprarla di noi è stato Mario che si è presentato nella primavera del 1981 con questa moto che creava delle perplessita' che svanirono pero'appena provata.Una maneggevolezza incredibile,la coppia che ti permetteva di andare a 20 all'ora in quinta ed aprire di colpo senza problemi,una tenuta di strada perfetta anche nei curvoni veloci, il fatto che in montagna le altre moto fossero piu facilmente dietro che davanti, e che con le dovute precauzioni si potesse fare dello sterrato,convinsero molti a comprarla.I primi viaggi sancirono poi le sue peculiarita'che ci fecero innamorare, nonostante i suoi difetti,di questa moto che ancora oggi ci da magnifiche sensazioni. Cambiando il serbatoio,l'ammortizzatore ed aiutando con delle molle rinforzate la debole forcella anteriore è a tutt'oggi la moto preferita per i nostri viaggi.
Albertino.

r80gs - la moto - foto 1     r80gs - la moto - foto 2    r80gs - la moto - foto 17

r80gs - la moto - foto 18    r80gs - la moto - foto 2    r80gs - la moto - foto 3

r80gs - la moto - foto 5    r80gs - la moto - foto 6    r80gs - la moto - foto 7

r80gs - la moto - foto 8    r80gs - la moto - foto 9    r80gs - la moto - foto 12

r80gs - la moto - foto 14    r80gs - la moto - foto 15    r80gs - la moto - foto 16

r80gs - la moto - foto 1    r80gs - la moto - foto 2    r80gs - la moto - foto 3

r80gs - la moto - foto 4    r80gs - la moto - foto 5    r80gs - la moto - foto 6

r80gs - la moto - foto 7    r80gs - la moto - foto 8    r80gs - la moto - foto 9

r80gs - la moto - foto 10    r80gs - la moto - foto 11    r80gs - la moto - foto 12

r80gs - la moto - foto 13    r80gs - la moto - foto 14    r80gs - la moto - foto 15

r80gs - la moto - foto 16

 R80gs - Owner Club - Passione per l'avventura Realized by  Daniele Volpe